I codici a barre (barcode)

Superato completamente il supporto fisico della scheda perforata, l'acquisizione dei dati avviene solitamente tramite operatore umano, mediante l'uso di terminali. Da cio` derivano alcuni problemi, quali lentezza e alta probabilita` di errore. Esistono poi molti processi operativi (ad esempio linee di trasporto e sistemi di smistamento di linee automatiche di produzione) nei quali la velocita` e la frequenza degli oggetti da identificare sono tali da rendere impossibile ad un eventuale operatore captare i dati e trasmetterli al calcolatore. Per questo si e` reso necessario un sistema di codifica dei dati adatto a sistemi automatici di rilevamento, per sfruttare la piena potenzialita` del computer. Fin dall'inizio degli anni '70 si sono venute sviluppando diverse tecnologie, tre delle quali sono risultate maggiormente significative: la tecnologia OCR, la tecnologia magnetica e la tecnologia del codice a barre.

Il codice a barre (barcode) si e` imposto nel tempo come la tecnologia vincente. La codifica si basa su un concetto binario, quindi e` gia` di per se vicina al linguaggio dei calcolatori. La diversa logica di codifica, dettata da diverse esigenze applicative, ha portato a diversi tipi di codici a barre. Alcuni di essi sono ampiamente diffusi, altri vengono usati solo in speciali settori, altri ancora solo in determinati paesi.

Ogni simbologia di codice a barre comporta la definizione di un set di caratteri ( alfabeto ) finito ed univoco, per ciascun carattere ne viene data una rappresentazione come sequenza binaria e da questa, con un opportuno criterio, si passa alla rappresentazione ottica.

CODICI A BARRE A DUE SPESSORI

Gli elementi del codice (barre e spazi) possono assumere due soli spessori, in rapporto compreso tra 2 e 3. Appartengono a questo gruppo i codici:

  • Codice 2/5, 5 barre
  • Codice 2/5, 5 barre Industrial
  • Codice 2/5, 3 barre Matrix
  • Codice 2/5, Interleaved
  • Codice BCD Matrix
  • Codabar
  • Codice 2/5, invertito
  • Codice 32
  • Codice 39
  • Codice 39, Full ASCII
  • MSI-code
CODICI A BARRE A PIU` DI DUE SPESSORI

Gli elementi del codice possono assumere piu` di due spessori diversi. In generale cio` richiede una migliore qualita` di stampa. Appartengono a questa categoria i seguenti codici:

  • Codice 11 Matrix
  • Codice 93
  • Codice EAN
  • Codice UPC
  • Codice Plessey
  • Codice 128
  • Codice EAN 128
  • Delta Distance Code
STRUTTURA DI UN SIMBOLO

Un simbolo di Codice a Barre e` costituito da una successione di barre e spazi che contengono l'informazione e elementi di controllo.

Y = spessore dell'elemento largo
X = spessore dell'elemento stretto
Q = spessore delle zone chiare di "overflow" agli estremi dell'etichetta

Un tipo di codifica e` caratterizzato da:

- Rapporto tra spessore degli elementi larghi e spessore degli elementi stretti.
- Spessore dell'elemento stretto. Viene spesso definito "spessore del modulo", e viene usato come unita` di misura degli spessori degli elementi larghi.
- Sequenze di barre e spazi per la codifica dei caratteri rappresentabili. I singoli caratteri sono codificati con 4,5,7,8 o 9 elementi.
- Caratteri rappresentabili. Tutti i codici possono rappresentare le cifre decimali. Alcuni possono codificare anche lettere dell'alfabeto e/o caratteri speciali.
- Numero di caratteri rappresentabili con una etichetta. Alcuni codici rappresentano un numero fisso di caratteri.
- Sequenze di barre e spazi per la codifica dei caratteri di start/stop.Alcuni codici prevedono la stessa sequenza per entrambi; altri sequenze distinte.
- Tolleranze per i singoli elementi. Le tolleranze ammesse possono variare da pochi centesimi a qualche decimo di millimetro.
- Cifra di controllo. Per aumentare la sicurezza nella lettura, in aggiunta ai caratteri utili, puo` essere inserita una cifra di controllo (check digit).
 
Le soluzioni
Software gestionale
software gestionale negozio e piccole medie aziende

Semplicemente utile.
Il software gestionale completo per la tua azienda e il tuo negozio.

Gennaio 2015:
Oggi ancora più ricco di funzionalità.
Scoprile tutte.